Come eliminare le crepe nei muri

SOPRALLUOGO GRATUITO Ti ricontatteremo entro 48 ore

Crepe nei muri: ciò che bisogna sapere prima di intervenire.

Scopriamo come eliminare le crepe nei muri in modo rapido e risolutivo.

IL PROBLEMA:

La comparsa di crepe nei muri e crepe nel pavimento è sintomo inequivocabile di un problema di stabilità della costruzione e assolutamente da non sottovalutare. Le crepe sui muri possono essere più o meno profonde quanto estese, sia sui muri interni che su quelli esterni, ad interessare muri divisori ma anche muri portanti. Come eliminare le crepe nei muri?

Risanare crepe nel muro o nell’intonaco chiama preliminarmente all’identificazione delle cause che hanno generato il problema. Infatti intervenire subito sulla parete con nuovi intonaci o pitture prima di aver individuato le cause potrebbe essere soltanto una inutile spesa non risolutiva.

Prima di trattare l’argomento sul come eliminare le crepe nei muri cerchiamo di capire perché si formano le crepe: in alcuni casi potrebbe essere un problema tipicamente strutturale per causa di errata progettazione o esecuzione della costruzione, ma spesso invece la causa risiede nella natura e/o nella cattiva manutenzione dell’immobile. Eventi sismici, siccità e cambiamenti climatici sono solo alcune delle cause naturali che possono disturbare l’equilibrio tra la fondazione e il terreno che la sostiene. Si tratta di fenomeni spesso distruttivi che possono anche compromettere la sicurezza della costruzione. Talvolta si tratta di movimenti veloci e distruttivi come nel caso di eventi sismici, oppure di fenomeni lenti e progressivi come nel caso di cambiamenti climatici che impoveriscono i terreni superficiali su cui spesso appoggiano le nostre case. In entrambi i casi possono manifestarsi crepe sulle pareti anche passanti e amplificate che richiedono interventi di messa in sicurezza.

Le crepe sui muri interni possono essere cause anche da infiltrazioni di acque reflue nel terreno che con il tempo modificano la composizione del terreno stesso. Dapprima possono comparire umidità sui muri, efflorescenze, muffe, ma poi con il perdurare del fenomeno ecco che anche le porte iniziano ad aprirsi e chiudersi con difficoltà per poi comparire le prime crepe nel pavimento. A seguire il fenomeno si stende più in profondità fino a raggiungere i terreni delle fondazioni e conseguentemente con la comparsa di crepe nei muri.

Allo stesso modo accade per le crepe sui muri esterni, considerando che queste strutture possono essere disturbate anche da forti vibrazioni dovute a vicinanza di traffico veicolare, oppure dall’azione di radici di alberi ad alto fusto, sversamenti di acque reflue, scavi prossimi alle fondazioni.

LE SOLUZIONI:

Come eliminare le crepe nei muri? Come detto prima di intervenire con opere murarie idonee a rimettere in sicurezza la continuità del muro precedentemente lesionato, occorre consolidare il terreno di fondazione oppure eseguire un consolidamento delle fondazioni.

Il consolidamento terreni di fondazione consiste nell’intervenire rinforzando proprio il terreno che sostiene l’edificio. Significa mettere in atto delle attività di rinforzo del terreno al fine di migliorarne la sua capacità portante in modo tale da ripristinare le condizioni di stabilità e sicurezza necessarie. Questo consolidamento dei terreni avviene generalmente con iniezioni di resine espandenti. Si tratta di soluzioni veloci, efficaci, risolutive e sopratutto mini invasive, ovvero che non necessitano di scavi, trivellazioni, demolizioni, cantieri pesanti e lunghi. Oggigiorno queste tecnologie sono divenute estremamente affidabili e sempre più spesso vengono adottate per interventi rapidi, anche in spazi ristretti, dove si vuole agire con il minor disturbo possibile alle strutture e agli occupanti dell’edificio. Speciali resine espandenti, perfettamente compatibili con il terreno e con l’ambiente, garantiscono un risultato preciso ed efficacie nel tempo. Di seguito uno schema tecnico di intervento con soluzione brevettata SEE&SHOOT di GEOSEC:

Il consolidamento delle fondazioni invece consiste nell’intervenire proprio sulle strutture di fondazione. Esistono diversi approcci tecnologici, tra i più utilizzati ricordiamo: opere di palificazione, micropali, micropali presso infissi, allargamento dell’impronta di fondazione. La soluzione dei micropali presso infissi appare oggi quella meno invasiva e più rapida, in quanto grazie a poco ingombranti martinetti di spinta è possibile infiggere nel terreno un micropalo d’acciaio fino a raggiungere lo strato di terreno più portante, superando così il terreno debole più superficiale.

Di seguito una soluzione di consolidamento delle fondazioni con micropali presso infissi  GROUNDFIX di GEOSEC:

Scopri di più per la sicurezza delle costruzioni. Non perdere tempo.